“Gli smartphone stanno rendendo i bambini depressi”, avverte il miglior psichiatra

Secondo un importante psichiatra, i bambini che usano smartphone in giovane età sono maggiormente a rischio di soffrire di depressione e ansia.

Il dottor Jon Goldin ha rivelato un legame tra l’aumento della depressione, in particolare tra le donne di età compresa tra 16 e 24 anni, e il boom della popolarità degli smartphone circa un decennio fa. Ha detto al Telegraph, la questione è poi alimentata da problemi come il cyberbullismo, problemi di immagine del corpo e materiale pericoloso che promuove l’autolesionismo e disturbi alimentari, così come ‘FOMO’ (paura di perdere).

Lo psichiatra del Royal College, l’uno di Londra, ha anche avvertito che i bambini dovrebbero trascorrere non più di due ore al giorno sui social media dopo che è stato dimostrato che farlo potrebbe portare a loro diventare depressi o a soffrire di ansia.

Goldin ha ora chiesto al governo di emettere una guida ufficiale ai genitori, avvertendoli dei pericoli associati all’uso di smartphone tra i bambini di età inferiore agli 11 anni, che secondo lui aiuterebbero le mamme e i papà a resistere alle richieste dei loro figli per l’ultimo modello di telefono.

“I bambini spesso dicono ai loro genitori: ‘Tutti i miei amici stanno [ricevendo telefoni] e tu non mi stai permettendo di farlo’. In questa situazione, i genitori hanno bisogno del sostegno dell’orientamento nazionale”, ha detto Goldin. “Non credo che possiamo legiferare, ma questa guida sosporterebbe i genitori quando stavano avendo conversazioni con i loro bambini di 10 anni.”

Quasi il 40 per cento dei bambini di età di otto-11 anni nel Regno Unito ha smartphone, ma un sondaggio per il gruppo Priory, fornitori di riabilitazione e assistenza sanitaria mentale, ha rilevato che il 67 per cento dei genitori sostenerebbe il governo a legiferare su un’età appropriata per l’uso degli smartphone. Mentre il 44 per cento ha sostenuto il divieto di avere smartphone con meno di 16 anni.

Il sondaggio, che ha interrogato 1.000 genitori di bambini dai 10 ai 18 anni, ha anche rivelato che un sorprendente 92 per cento dei genitori credeva che i social media e Internet stesse avendo un impatto negativo sulla salute mentale dei giovani, con il 50 per cento che incolpava del cyberbullismo, il 43 per cento preoccupato per il sonno interrotto e il 41 per cento preoccupato di abbassare l’autostima.

Un recente studio ha anche evidenziato i problemi associati ai genitori che trascorrono troppo tempo incollati ai loro telefoni cellulari quando sono intorno ai loro figli, che è stato soprannominato “technoference”.

I ricercatori della Illinois State University e l’Università del Michigan Medical School hanno detto che questo tipo di negligenza potrebbe effettivamente essere ciò che sta causando i bambini a sentirsi frustrati, a broncio, capricci, lanciare capricci o addirittura sperimentare l’iperattività.

La ricerca, pubblicata sul Pediatric Research Journal, si è posta l’ora di analizzare il ruolo e l’impatto che i dispositivi digitali possono svolgere quando si tratta di genitorialità e comportamento dei bambini e ha affermato che l’uso di un’idea può limitare le conversazioni e rendere i genitori più ostili verso i loro figli quando desiderano attenzione.

Per lo studio, 337 genitori con bambini di cinque anni o più sono stati invitati a rispondere alle domande in base alla frequenza con cui i dispositivi hanno interrotto le loro conversazioni. Successivamente, ai genitori è stato chiesto di valutare il comportamento interiorizzante del loro bambino, come la frequenza con cui hanno brontolato o la facilità con cui i loro sentimenti sono stati feriti, nonché l’esternalizzare il comportamento, incluso quanto fossero arrabbiati o facilmente frustrati.

Ai genitori è stato anche chiesto di valutare i propri livelli di stress e depressione, l’aiuto che hanno ricevuto dai loro partner e quanto spesso un bambino ha usato dispositivi. I risultati hanno trovato che in quasi tutti i casi, almeno un dispositivo ha influenzato il rapporto tra i genitori e i loro figli durante il giorno.

Mentre la tecnologia può fornire una via di fuga per i genitori per far fronte a comportamenti difficili dei bambini, ha anche scoperto che priva i genitori della possibilità di fornire un sostegno emotivo significativo e un feedback positivo ai loro figli. Questo può portare i bambini ad esprimere un comportamento più problematico, che può aumentare i livelli di stress di un genitore.

La questione dell’uso eccessivo del telefono cellulare tra i bambini delle scuole è anche estremamente attuale, come il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato lunedì che smartphone e tablet saranno banditi da tutte le scuole francesi.

Il divieto telefonico si applicherà a tutti gli alunni di età inferiore ai 15 anni e inizierà a settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *