In che modo l’NBN potrebbe influenzare il sistema di risposta alle emergenze a domicilio

Mentre l’introduzione del National Broadband Network (NBN) porta la promessa di servizi Internet più veloci, crea potenziali rischi per chiunque utilizzi dispositivi di allarme medico, diari automatici o pulsanti di chiamata di emergenza – tanto che NBN Co ha appena annunciato che avrebbe supportato gli aggiornamenti agli allarmi medici non monitorati a un costo ridotto. Ciò significa che l’NBN fornirà supporto solo ai sistemi che sono sia SIM-enabled e non monitorati.

Many of these legacy, older in-home medical alarm systems rely on access to a fixed landline or internet connection, and the new technology upgrades that make the NBN possible may mean a device is no longer compatible – and may even stop working once the cutover to the nbn network takes place. Questo potrebbe mettere a rischio la persona amata di invecchiamento o fragile se ciò significa che non possono accedere alle cure di emergenza quando ne hanno bisogno.

Durante l’implementazione, NBN Co ha incoraggiato gli utenti di dispositivi di allarme medico a registrarsi sul registro degli allarmi medici e, ad oggi, sono stati registrati più di 260.000 dispositivi. Ma Find-Me Technologies, uno sviluppatore australiano di dispositivi di allarme personale, stima che ben 375.000 famiglie hanno una sorta di allarme medico in casa, dialer automatico o pulsante di chiamata di emergenza, quindi vale la pena controllare se tu o qualcuno che conosci potrebbe essere influenzato dal passaggio NBN.

“È importante ricordare che il passaggio alla rete di accesso NBN non è automatico: gli australiani dovranno agire per migrare servizi come gli allarmi medici verso la nuova rete”, ha dichiarato Brad Whitcomb, Chief Customer Officer di NBN Co, in una dichiarazione.

Quali sono alcune delle alternative al monitoraggio a linea fissa e in casa?
Per coloro che utilizzano ancora dispositivi di allarme medico che sono cablati a una rete fissa, la potenziale interruzione da parte del NBN offre l’opportunità di guardare a alternative più moderne che forniscono ancora maggiore affidabilità, flessibilità e indipendenza.

Rachel Boden, CEO di Find-Me Technologies, ha commentato che la restrizione con i sistemi di monitoraggio in-home è che confinano la persona a casa loro, perché il dispositivo semplicemente non ha la portata o la capacità di monitorarli nel cortile, quando vanno nei negozi o fuori socialmente.

“Una volta, i servizi di monitoraggio a casa erano l’unica opzione disponibile, ma questo è cambiato”, dice. “Tecnologie indossabili come il dispositivo Find-me aprono davvero ciò che è possibile, e possono dare una volta le persone legate alla casa la loro indipendenza, dando ai loro assistenti o ai loro cari la pace della mente.”

L’invenzione dell’aussie potrebbe estendere uno stile di vita indipendente per anni perché può essere indossato come orologio, o adattato per indossare come un ciondolo o una spilla, o semplicemente collocato in una borsa, rendendolo discreto e facile da indossare in ogni momento. Ed è approvato dal Dipartimento degli Affari Veterani (DVA).

Permette a chi lo indossa e alla persona curante o ai propri cari di rimanere in contatto tramite il suo telefono cellulare e il GPS integrati. Rachel sottolinea che questo è uno dei vantaggi principali del dispositivo Find-me rispetto a un sistema di emergenza in casa.

“Non solo l’orologio consente a chi lo indossa e al caregiver di rimanere in contatto utilizzando il telefono integrato ovunque si trovino, ma chi lo indossa può inviare un messaggio di emergenza direttamente al nostro servizio di monitoraggio 24 ore su 24”, afferma Rachel. “Poiché l’orologio ha un localizzatore GPS, siamo in grado di dire esattamente dove si trova chi lo indossa e di ottenere aiuto rapidamente.”

Non ci sono touchscreen complicati o impostazioni per chi indossa il dispositivo Find-me per navigare. Hanno semplicemente bisogno di caricarlo e indossarlo o pop nella loro borsa. Questo lo rende una delle soluzioni più semplici per chi ha la demenza, le persone che faticano a padroneggiare le nuove tecnologie e che vogliono la pace della mente di poter rimanere in contatto con una persona cara, qualunque sia la ragione.

Una delle caratteristiche importanti dell’allarme di emergenza personale Find-me è che gli assistenti possono impostare una “zona sicura” e un allarme di destinazione per chi lo indossa del dispositivo. Ciò significa che se, ad esempio, il coniuge è demenza ed è incline a vagare, è possibile creare una zona sicura, ad esempio, di un raggio di 500 metri della vostra casa e il sistema rileverà se hanno lasciato quella zona. Il localizzatore GPS indicherà esattamente dove si trovano.

Il dispositivo può anche essere configurato per avvisare l’assistente una volta che chi lo indossa è arrivato a una destinazione specifica, come l’ufficio del medico o il centro commerciale locale.

“Incoraggiamo davvero tutti gli utenti di sistemi di allarme di emergenza basati sulla casa a considerare le loro opzioni se il NBN sta per interrompere il loro sistema esistente, o chiunque stia utilizzando uno di questi sistemi e stia cercando più indipendenza e sicurezza,” Dice Rachel.

“Queste nuove tecnologie offrono sia la tranquillità che ci si aspetterebbe in una soluzione di risposta alle emergenze personali, sia la libertà per chi lo indossa di uscire, pur essendo in grado di rimanere in contatto in caso di successo di qualcosa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *