Libri e dischi in vinile: regali retrò fanno ritorno di Natale

Natale è a pochi giorni di distanza e si scopre aussies stanno rifiutando regali moderni e andando retrò questa stagione di festa. Una nuova ricerca dell’Australian Retailers Association (ARA) e Roy Morgan hanno scoperto che gli acquirenti stanno invece scegliendo di acquistare libri e dischi in vinile per i loro cari in questa stagione festiva.

I libri saranno ammassati in alto sotto l’albero di Natale quest’anno, con l’ARA e Roy Morgan che prevedeno un aumento del 2,7 per cento delle vendite per la categoria ‘Altro’ al dettaglio, che consiste di giornali e libri, articoli ricreativi, cosmetici e articoli da toeletta.

Il direttore esecutivo dell’ARA Russell ‘immerman ha detto a Starts a 60 anni che c’è un particolare interesse per i libri cartacei.

“Ho parlato con un certo numero di rivenditori di libri e tutti mi dicono che sembra esserci un po ‘di un ritorno o una rinascita di tornare a leggere un libro cartaceo piuttosto che cercare di leggere di un iPad,” ha detto .

Anche Nielsen BookScan, una casa editrice australiana, ha notato una crescita delle vendite di libri fisici, con un aumento dell’1,3% finora quest’anno. Altrove, Dymocks stima più di 2 milioni di libri da vendere prima di Natale, rappresentando il 30 per cento delle vendite totali di libri.

Sophie Higgins – Head of Marketing and Merchandise di Dymocks – ha aggiunto la categoria di saggistica di quest’anno noterà una pendenza dal 39 al 50 per cento delle vendite totali, con biografie e libri di cucina che influenzano l’impennata.

“Con biografie di Shane Warne, Leigh Sales e Michelle Obama che hanno colpito gli scaffali, i clienti sono stati ansiosi di mettere le mani su alcuni dei più grandi titoli usciti quest’anno”, ha detto Higgins. “I libri di cucina sono sempre i preferiti dai fan per Natale, e con i bestseller provenienti da Jamie Oliver, Donna Hay, Yotam Ottlenghi e Annabel Crabb, gli aussi avranno infinite ricette da provare e padroneggiare.”

E, mentre i dischi in vinile potrebbero essere eliminati gradualmente alla fine degli anni ’80, sembra che ci sia una rinascita dei dischi questo Natale.

“Negli ultimi due anni c’è stata una piccola rinascita sui vecchi cineri in stile”, ha detto . “Quindi per questo penso che un po ‘di quello che stiamo vedendo ora è ovviamente una popolarità dei giocatori di dischi e la popolarità dei record stessi.”

La tecnologia, naturalmente, è ancora enorme per i regali di quest’anno. Oltre a computer, telefoni cellulari e iPad, anche i droni e i prodotti per la realtà virtuale sono molto grandi.

Altrove, ARA prevede che gli australiani scheranno per circa 50 miliardi di dollari nel periodo natalizio, con vendite di cibo, abbigliamento e ospitalità in a0stesso al 3% quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *