‘Non credo di aver mai ricordato un compleanno’: Prue Leith ammette di essere una ‘cattiva nonna’

Non si può negare che essere un nonno sia uno dei lavori più gratificanti della vita, con pochi che dicono di no a passare del tempo di qualità con i loro carini nipoti. Ma dal punto di vista di Prue Leith, non è sempre così, e i nonni non dovrebbero sentirsi in colpa.

Scrivendo per il Daily Mail, la nonna di quattro, meglio conosciuta per essere giudice del The Great British Bake Off, ha ammesso di essere “una nonna davvero cattiva”. “Non credo di aver mai ricordato il compleanno di un nipote”, ha scritto. “E per quanto riguarda le cose che le nonne sono destinate a fare come andare a partite di calcio, spettacoli, concerti, dimenticarlo.”

L’ottantenne ha continuato dicendo che è troppo impegnata a lavorare per essere la nonna stereotipata a casa, esortando gli altri a non sentirsi in colpa per non aver neppure in grado di adattarsi allo stereotipo.

“Ma allora, cosa ti aspetteresti? Sono una nonna come ero una madre, una granitrice principale che lavora sodo con un sacco di responsabilità. Non credo che i miei figli, cresciuti così com’erano, si aspettino che io sia qualcosa di diverso, e scommetto che molte mamme e nonne che lavorano sono più o meno le stesse.”

Prue ha continuato: “Il problema è che le aspettative della società non hanno tenuto il passo con la realtà, lasciandoci con la coscienza colpevole di non montare la gran a maglia stereotipata seduta in un angolo a maglia che lavora a maglia i vestiti per bambini. Un sacco di nonne che conosco sono segretamente un po ‘risentito di essere previsto di fare così tanto – la corsa scolastica, babysitter, servizio taxi, babying, gita. I genitori pensano solo che sia a questo che serve la loro madre: assistenza gratuita all’infanzia”.

L’argomento è simile a un dibattito dato il via da Lara Crisp, redattrice del popolare forum dei nonni Gransnet. “In superficie, sembra l’accordo ideale”, ha scritto Lara in un articolo di opinione per The Telegraph nel 2018. “I genitori sono confortati dal fatto che la loro prole tesoro sono curati da un membro della famiglia amorevole, permette un forte legame per svilupparsi tra le generazioni, e i nonni in pensione hanno sicuramente un sacco di tempo libero comunque. Ma è così semplice?

Per i nonni, può essere un piacere trascorrere più tempo con i nipoti, ma per alcuni significa perdere il loro sudologio pensionamento e fare sacrifici sulle finanze e sulla vita sociale.

“Non è insolito per loro sentire di aver guadagnato la pensione, e in particolare la libertà di prendersi una pausa dell’ultimo minuto o trascorrere l’intera estate lontano da casa”, ha scritto Lara. “E, naturalmente, la ragione principale per cui alcuni nonni sono riluttanti o risentiti è che l’assistenza all’infanzia è un duro lavoro sanguinoso.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *